In occasione del suo recente djset ai Mercati Generali di Catania, scambiamo due chiacchiere con Philippe Cohen Solal, fondatore della band di culto Gotan Project

Il set che terrai sabato è stato presentato come una combinazione di elettro-tango, Nueva Cumbia, remix e tracce inedite dei Gotan Project. Cosa ci dobbiamo aspettare esattamente?
«In realtà penso semplicemente che la gente debba divertirsi, ballando e facendo festa tutta la notte. La mia vuol essere una performance musicale sensuale e felice, ricca di pezzi provenienti da paesi dell’America Latina: Argentina, Colombia, Brasile, Messico. L’idea è quella sorprendere sempre con qualcosa d’inaspettato».

12  anni fa i Gotan Project pubblicavano “La Revancha del Tango”. Quanto e come questo disco ha influenzato la scena musicale mondiale?
«Credo che “La Revancha del Tango” sia stato una sorta di catalizzatore per la musica dei giovani argentini. Li ha, in qualche modo, spinti a osare, mescolando il loro folklore con l’elettronica. Devo confessare però, che sono molto più impressionato dalla Nueva Cumbia che dall’elettro-tango dei Gotan Project. El Hijo de la Cumbia e tutti gli artisti della ZZK Records (Etichetta digitale di Buenos Aires) stanno facendo un lavoro eccellente e molto genuino in questa direzione».

Come si arriva dal “Tango” al “Gotan”?
«Per la maggiore sperimentando e provando a spingersi oltre i confini, ma anche portando altri ingredienti musicali per ballarlo: dall’elettronica al dub, alle colonne sonore. Quello che si può fare con questi mezzi è quasi infinito, diciamo che alla fine è solo una questione di creatività e gusto».

Chi pensi sia il pubblico ideale delle tue serate?
«Ragazze, ragazze, ragazze! Ragazze che si godono la musica sexy. Del resto se loro “agitano il sedere”* i ragazzi arrivano di conseguenza, allora la tua pista è piena di gente: una semplice equazione da DJ. Più seriamente il pubblico ideale è quello che ama la musica con mente aperta».

C’è una traccia, una canzone, che ti sta particolarmente a cuore?
«Direi il mio stesso mix di Santa Maria “Gotan Project vs Eminem vs C&C Music Factory”, ce n’è solo una copia al mondo, ed è mia…»

Quali sono i tuoi programmi per il futuro?
«Nessun futuro. Nessun piano. Basta godersi il presente, ogni bel momento nella vita e naturalmente continuare a creare nuova musica, nuovi suoni».

Cosa pensi del pubblico siciliano?
«Ho un fantastico ricordo del pubblico siciliano. Il mio ultimo djset ai Mercati Generali è stato una favola, pura gioia. Confido che sabato si creerà lo stesso tipo di atmosfera: una festa piena d’amore e musica. Buone vibrazioni».

Articolo originariamente pubblicato sul magazine online “The Tempest” il 31/05/2013

NO COMMENTS